Risparmiare denaro in acquariofilia: ecco alcuni trucchetti che ti aiuteranno

Avere uno o più acquari può essere molto dispendioso. Analizzando a fondo la questione esistono dei trucchetti per risparmiare denaro in acquariofilia.


risparmiare denaro in acquariofilia

Avere uno o più acquari in casa può essere un hobby molto gratificante, educativo qualora si abbia in casa bambini, ma ahimè può anche essere molto dispendioso. Uno dei costi più alti è senza dubbio quello del consumo di energia elettrica per far funzionare filtri, riscaldatori, luci e quant’altro. Analizzando a fondo la questione però esistono dei piccoli trucchetti per cercare di risparmiare denaro in acquariofilia.

Risparmiare denaro in acquariofilia: illuminazione

Uno dei fattori più sensibili per risparmiare denaro in acquariofilia è senza ombra di dubbio il capitolo illuminazione. Le luci dell’acquario possono consumare una discreta quantità di corrente, specialmente se si possiede in casa più di un acquario. Il modo migliore per ridurre i costi delle luci è quello di regolarne il loro utilizzo, cioè avere un orario prestabilito durante il giorno quando dovranno accendersi, ed un orario fisso alla sera quando dovranno spegnersi. Acquista un timer, in modo tale di toglierti anche un pensiero in più durante la giornata.
Inoltre, se il tuo acquario riceve molta luce dall’ambiente dove è collocato, considera di accendere l’illuminazione solamente la sera, in fasce orarie più economiche. Potrai vedere un bel risparmio fin da subito in bolletta.

Conoscere le abitudini alimentari dei tuoi pesci

Un altro possibile fattore che ti aiuterà a risparmiare denaro può essere quello di conoscere le abitudini alimentari dei tuoi amici pinnuti. Molte volte (specialmente dai neofiti) viene somministrato il cibo ai pesci senza alcun motivo, perché si pensa che abbiano fame. A dar retta loro mangerebbero 24 ore su 24, inficiando anche negativamente sul loro stato di salute. Ma non solo, non è necessario nutrire i pesci tutti i giorni con più somministrazioni. Alcuni pesci possono anche beneficiare in termini di salute di uno/due giorni di dieta settimanali.

Controlla periodicamente le apparecchiature del tuo acquario

Non dimenticare mai di mantenere e controllare periodicamente le apparecchiature che compongono il tuo acquario. Fare ciò con cadenza regolare non solo manterrà il tuo acquario più in salute evitandoti possibili problemi, ma migliorerà la “longevità” delle tue attrezzature. Tutti questi fattori ti faranno risparmiare soldi nel lungo periodo.

Ricicla il tuo substrato

Ogni volta che fai una pulizia aggressiva del fondo o hai deciso di modificare il layout del tuo acquario, non buttare via salva il substrato. Mettilo in un secchio o nella vasca da bagno e sciacqualo bene, eliminando tutto lo sporco e i rifiuti accumulatisi col tempo. Puoi utilizzarlo di nuovo per un nuovo layout o direttamente per un nuovo acquario.Alcuni substrati possono essere molto costosi, specialmente quelli appositamente creati per la crescita delle piante.

Il riscaldatore

Se hai un riscaldatore in acquario, puoi utilizzare dei piccoli stratagemmi per risparmiare sulla bolletta elettrica. Durante alcune periodi dell’anno, potrebbe non essere necessario utilizzare un riscaldatore. Inoltre informati sulle esigenze dei tuoi pesci e scopri quali sono le temperature più adatte a loro. Imposta il riscaldatore al minimo delle loro esigenze. In una casa ben coibentata un riscaldatore potrebbe accendersi molto poco qualora allevassi pesci dalle esigenze di temperature non molto particolari.

Conclusioni

Spero di esserti stato d’aiuto con questi piccoli consigli. Sappiamo tutti che i soldi non si trovano sugli alberi, e risparmiare qualcosina potrebbe rendere l’hobby dell’acquariofilia ancora più gratificante.


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *