Pavona spp.: un corallo SPS bello, resistente e adatto a tutti

Di tutti i coralli SPS disponibili, il corallo Pavona spp. della famiglia delle Agariciidae, è probabilmente uno dei più facili da mantenere.


corallo pavona spp.

Di tutti i coralli SPS disponibili in acquariofilia marina per acquari e Nano Reef, il corallo Pavona spp. della famiglia delle Agariciidae, è probabilmente uno dei più facili da mantenere. Non essendo troppo esigente sulla qualità dell’acqua, sulla luce e sulla corrente, la Pavona è un corallo eccellente per i principianti e per qualsiasi altro acquariofilo. È davvero un corallo facile da crescere, taleare e mantenere in ottima forma.

Pavona spp. descrizione

La Pavona spp. cresce solitamente verso l’esterno sulla roccia su cui si trova ed estende i suoi tentacoli per catturare particelle di cibo. I coralli Pavona sono molto più resistenti di molti altri coralli SPS. Si comportano bene in condizioni di luce meno intensa e sono inoltre abbastanza resistenti alle malattie. Inoltre sembrano essere molto adattabili a una qualità dell’acqua anche non ottimale. Tuttavia, ci sono ovviamente limiti a quanto può scendere la qualità dell’acqua. Dovrebbe comunque rimanere vicino a quello che dovrebbero essere le condizioni dell’acquario generalmente accettabili.

Un corallo SPS autotrofo

Ci sono alcune caratteristiche uniche nel genere Pavona. Una di queste è che il genere contiene alcune delle specie più “autotrofe” conosciute. Con il termine autotrofo si intende la capacità di assumere semplici sostanze inorganiche, come il biossido di carbonio, e trasformarle in sostanze organiche che possono quindi utilizzare come fonte di cibo. I coralli Pavona compensano meno luce assorbendo più nutrienti. In questo modo, pertanto, non richiedono illuminazioni troppo impegnative, come di solito è necessario per altri coralli di tipo SPS.

In sostanza se non ricevono abbastanza nutrienti o “cibo” dalla fotosintesi passano alla modalità autotrofa, e ottengono parte della loro alimentazione dalle loro alghe simbiotiche, e alcuni da sostanze organiche disciolte dall’acqua e persino, come detto, usando biossido di carbonio per trasformarlo in fonti di carbonio organico da cui possono nutrirsi.

Sotto una luce intensa reagiscono molto bene senza nutrimento extra. Tuttavia fornire cibo extra non li danneggerà, e potrebbe quindi essere fatto anche per promuovere una crescita ancora migliore.

Un’altra caratteristica sottolineata da diversi autori, tra cui Moosleitner, Erhardt e Borneman, è che possono formare boccioli di tessuto non calcolati sulla loro superficie che sembrano pungenti palloncini. Sebbene queste crescite siano decorative, il loro scopo è sconosciuto. È stato appurato però, che questi boccioli non sono una forma di riproduzione asessuata.

Pavona spp. specie per acquario marino

Esistono ben oltre 50 specie di Pavona conosciute, ma solo poche sono offerte in vendita nel commercio acquariofilo: Pavona cactus, Pavona decussata e Pavona maldivensis sono quelli più frequentemente incontrati. Quest’ultima tuttavia non è così facilmente reperibile e cresce in modo leggermente diverso, non tanto frastagliata quanto la maggior parte delle altre, ma più tozza nelle sue singole crescite.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il più frequentemente riscontrato è il P. cactus, che è probabilmente la ragione per cui il corallo viene generalmente indicato con il nome comune di Cactus corallo.

Valori ideali per il corallo Pavona spp. in acquario

L’illuminazione indicata deve essere brillante ma non estremamente sofisticata. Il flusso d’acqua deve essere da moderato a forte anche se il corallo si adatta facilmente a diversi flussi di corrente, purché sia leggermente variabile nella direzione da cui proviene. È sconsigliato puntare l’uscita di una pompa di movimento direttamente su di essa, anche da una certa distanza.

Oltre all’illuminazione suggerita e al flusso d’acqua già menzionato, mantenere i livelli di calcio a 420-450 ppm e la temperatura intorno a 25/26°C, pH 8,0-8,2, dKH 8-12.
Oltre ai parametri sopra elencati, assicurati che anche quelli di magnesio siano al giusto livello (da 1250 a 1350 ppm) così come quelli di calcio (da 420 a 450 ppm), o un po’ più alto se necessario per altri coralli (fino a 480 ppm).


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: