Pangasianodon hypophthalmus, un pesce troppo spesso maltrattato


Pangasianodon hypophthalmus - pangasio

L’iridescente squalo Pangasianodon hypophthalmus, più comunemente conosciuto come Pangasio, è un pesce della famiglia dei Pangasiidae. È originario del bacino del Mekong, così come il fiume Chao Phraya e il bacino di Maeklong, principalmente in Tailandia, Myanmar, Laos e Vietnam. Sono stati anche introdotti in altri bacini fluviali per scopi di acquacoltura. In natura si nutrono di pesci, gamberetti e vari crostacei, larve di insetti, frutta e sostanze di origine vegetale.
Nei paesi del sud est asiatico vengono allevati per il commercio acquariofilo, ma anche come una fonte di cibo importante.

Il Pangasio è molto usato anche in ambito alimentare

Descrizione del Pangasianodon hypophthalmus

Il Pangasianodon hypophthalmus è un pesce gatto dalle grandi dimensioni, con una forma del corpo che ricorda quella di uno squalo marino. Ha un corpo compresso lateralmente, e come gli  altri pesci gatto ha due paia di barbigli. Possiede inoltre una pinna adiposa ben sviluppata nella parte inferiore e una lunga pinna anale (pinna caudale).

Questo pesce gatto è generalmente di un bel colore grigio iridescente, assieme a due bande verticali larghe scure. Una è lungo la linea laterale, e l’altra è appena sotto di esso, estendendosi da sopra la base della pinna pettorale verso la parte anteriore della pinna anale. Gli adulti sono molto spesso di un colore grigio più scuro, e spesso non sono dotati di strisce. Le pinne sono di colore grigio scuro o nero.

Il Pangasianodon hypophthalmus può raggiungere una dimensione massima di 130 cm di lunghezza, e può arrivare a pesare circa 44 kg. In acquario possono arrivare a raggiungere i 100 cm di lunghezza, con un aspettativa di vita che si aggira attorno ai 20 anni se allevato correttamente, ma non sempre ciò accade, poiché molto spesso viene allevato in vasche non idonee provocandogli enormi sofferenze.

Difficoltà nell’allevamento

Anche se sono molto resistenti, i Pangasianodon hypophthalmus non sono i migliori pesci da allevare in un acquario domestico. Ciò è dovuto dal fatto che, una volta raggiunta la loro dimensione da adulto, richiederà una vasca della dimensione di almeno 1000 litri, se non addirittura più grande. Sono di carattere pacifico, ma solo se allevati con pesci che non possono ingoiare. Non sono molto esigenti sulla chimica dell’acqua, finché quest’ultima verrà mantenuta pulita, e generalmente mangerà quasi tutto.

L’alimentazione del Pangasianodon hypophthalmus

Il Pangasianodon hypophthalmus è una specie onnivora, è noto per riuscire a consumare tutto ciò che riesce a trovare ed ingoiare. Man mano che crescono prediligono alimenti vivi e carnosi, ma invecchiando perdono i loro denti, e da lì in poi si orienteranno più verso una alimentazione di origine vegetale.

In acquario generalmente mangeranno tutti i tipi di alimenti vivi, congelati, in scaglie e pellet. Questi pesci devono avere una dieta equilibrata di cibi vegetali e carnosi. Per mantenere un buon equilibrio, somministra loro un cibo in scaglie di alta qualità o pellet 2-3 volte al giorno, ma dai loro solo quello che possono realmente consumare entro 5-10 minuti. Accettano ben volentieri anche artemia (viva o congelata), blood worms e vermi.

Cura dell’acquario del Pangasio

Il Pangasio non è troppo pignolo per la chimica dell’acqua finché l’acqua verrà mantenuta pulita. A meno che il tuo acquario sia dotato di un filtro “moltosovradimensionato, dovrai cambiare il 25% dell’acqua dell’acquario su base settimanale.

Impostazione acquario del Pangasianodon hypophthalmus

Come avrai certamente capito, il Pangasianodon hypophthalmus è un pesce che diventa molto grande, e richiederà di conseguenza un ampio spazio per il nuoto. Un acquario da 400 litri andrà bene quando questo pesce sarà giovane, ma da adulto dovrà vivere in un acquario da almeno 1000 litri. L’acquario dovrebbe essere configurato in modo da assomigliare all’ambiente di provenienza di questo pesce, con radici e rocce a rassomigliare ad un fiume, perché da giovani potrebbero preferire nascondersi tra i legni. La vasca dovrà essere dotata di coperchio, dato che questi pesci sono noti per essere degli abili saltatori. Richiedono inoltre un grande filtro biologico, poiché producono una gran quantità di rifiuti.

Compatibilità con il Pangasianodon hypophthalmus

Quando sono giovani, ai Pangasianodon hypophthalmus piace essere allevati in branco, ma diventeranno sempre più solitari quando invecchieranno. Sono generalmente dei buoni pesci da acquario di comunità e possono essere tenuti con la maggior parte pesci, purché non siano piccoli di dimensioni, altrimenti potrebbero essere ingoiati.

Pangasianodon hypophthalmus giovane

Dimorfismo sessuale

Si dice che le femmine siano più grandi e robuste rispetto ai maschi e che abbiano le strisce meno visibili. Generalmente, queste differenze sono impossibili da rilevare in età giovanile, o nell’età in cui vengono venduti nella maggior parte dei negozi di acquariofilia.

Riproduzione del Pangasianodon hypophthalmus

Il Pangasianodon hypophthalmus non è stato riprodotto con successo in cattività, a causa delle loro abitudini riproduttive e delle dimensioni massicce quando divengono adulti. Si tratta di una specie migratoria che viaggia a monte per deporre le uova durante i mesi in tarda primavera ed estivi. Queste condizioni di riproduzione sono per lo più impossibili da replicare in acquario. Vengono riprodotti in enormi stagni in nazioni del sud-est asiatico come la Thailandia e Singapore.

Valori ideali

I valori ideali per allevare correttamente il Pangasianodon hypophthalmus sono:

  • Temperatura 22 / 26 gradi
  • Ph 6,5 / 7,5
  • Gh 2 / 20 dgh

Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: