Pratino in acquario: hai mai provato con la Lilaeopsis Brasiliensis?

La Lilaeopsis brasiliensis è una pianta appartenente alle Apiaceae, molto conosciuta per essere una pianta robusta e per la sua colorazione verde. 


Lilaeopsis Brasiliensis

La Lilaeopsis brasiliensis è una pianta d’acquario appartenente alla famiglia delle Apiaceae, molto conosciuta tra gli acquariofili per essere una pianta molto robusta e per la sua colorazione, di un bel verde brillante. 

Di origine sudamericana, è distribuita infatti in paesi come Argentina, Brasile e Paraguay, dove cresce sia in condizioni completamente sommerse che parzialmente sommerse sulle rive di fossati, zone umide, pianure alluvionali, paludi, fiumi, laghi e corsi d’acqua.

Descrizione

Come già detto anche nel titolo, la Lilaeopsis brasiliensis è un’ottima scelta per chi vuole creare il tanto desiderato pratino in acquario, ma con le dovute potature. Infatti, se lasciata crescere, può benissimo raggiungere un’altezza massima di 8/10 cm. La forma delle foglie è quasi sempre lineare, con l’apice di forma arrotondata, di un bel colore verde chiaro. Per questo ultimo particolare è molto apprezzata da chi cerca una pianta per formare giochi di contrasto di colore con altre piante.

Difficoltà nella coltivazione della Lilaeopsis Brasiliensis

Lilaeopsis Brasiliensis - pratino

Parto dicendo che la Lilaeopsis Brasiliensis non è una pianta propriamente adatta ai neofiti. Infatti ha bisogno di un substrato ricco di molti nutrienti, una fertilizzazione a colonna, ed un’illuminazione medio alta (0,6 watt/litro a salire). Inoltre non dovrà mancare una somministrazione di co2. Tra gli elementi da utilizzare maggiormente, tra i quali i fosfati e nitrati, va citato il ferro chelato, poiché in sua assenza le foglie di questa pianta potrebbero assumere una colorazione giallastra. Può crescere anche senza tutti i requisiti sopracitati, ma stentando.

La Lilaeopsis Brasiliensis in acquario

La Lilaeopsis Brasiliensis in acquario è un’ottima pianta per i pesci “spargitori di uova”, in quanto nel fondo forma un tappeto morbido. Ma non solo, può fornire un ottimo nascondiglio per animali piccoli che occupano prevalentemente il fondo, tipo le caridine. Può essere usata sia in grandi acquari che in quelli di dimensioni più modeste, risultando sempre affascinante agli occhi di chi la osserva. Non c’è bisogno di dirlo ma come dice il detto “prevenire è meglio che curare”, meglio non inserirla qualora avessi in vasca pesci con abitudini “scavatorie”, durerebbe pochissimo. Quando si inserisce in acquario assicurati che altre piante non gli creino zone d’ombra, cresce più sana e rigogliosa in un punto dove può godere di luce piena. Un altro particolare riguardante il posizionamento di questa pianta è che va piantata quasi a formare una scacchiera lasciando un paio di centimetri tra uno stolone ed un altro. Tutto ciò per permettere a tutte le Lilaeopsis Brasiliensis inserite in vasca di crescere adeguatamente

Valori ideali della Lilaeopsis Brasiliensis

Come detto in precedenza, la Lilaeopsis Brasiliensis è una pianta molto resistente che può crescere in un ampio range di valori dell’acqua, ma i suoi valori dell’acqua ideali sono:

  • Temperatura: 22/28°C
  • Ph: 5,3/7
  • Gh: 3/8 Dgh

Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *