Suggerimenti per layout efficaci dell’acquario marino


layout per acquari marini
layout per acquari marini

Layout acquario marino: Ecco quattro caratteristiche che devi calcolare quando imposti il layout del tuo acquario marino. Quando parlo di layout, mi riferisco semplicemente al modo in cui la roccia, il substrato e tutti gli oggetti di arredo sono disposti nello spazio dell’acquario, sott’acqua. Mentre è certamente anche una componente estetica, il suo vero significato va ben oltre l’impatto visivo.

Ecco alcuni suggerimenti semplici da tenere a mente quando pianifichi e implementi il layout del tuo acquario marino:

Layout acquario marino con la popolazione in mente

La prima cosa da considerare mentre sviluppi il tuo layout è il tipo di popolazione che intendi mantenere. I pesci, per esempio, possono avere esigenze di layout molto diverse a seconda delle specie. Alcuni, tra cui molti pesci chirurgo, hanno bisogno di ampio spazio per il nuoto, mentre altri, come i vari pesci pagliaccio, sono meno mobili preferendo stazionare più o meno sulle stesse zone e richiedono quindi una maggiore struttura rispetto allo spazio del nuoto.

Le specie scelte possono anche avere una grande influenza sulla profondità e sulla consistenza del substrato. Ad esempio, le specie di pesci scavatori, come i gobidi, hanno bisogno di un substrato relativamente profondo o vario in termini di granulometria.

Impara ad amare la roccia viva

Bene, i giorni dei layout con teschi o coralli finti sono passati di moda… Per fortuna! Oggi, la roccia viva è il principe dei layout scelto per quasi la totalità degli acquari marini. Non solo la qualità della roccia viva offre una struttura sicura per i pesci per rifugiarsi e per attaccare i coralli, ma offre anche una serie di vantaggi aggiuntivi che semplicemente non si possono ottenere con altri materiali.

Se il tuo budget non favorisce un layout del tuo acquario interamente con roccia viva, puoi sempre iniziare con una base di rocce “morte”, meno costose, e coprirle con uno strato di roccia viva di alta qualità. In breve tempo le tue rocce non vive inizieranno a prendere vita.

Non creare pareti a discesa

Un’altra pratica che si sta piano piano abbandonando (giustamente) in termini di layout acquario marino, è la costruzione di una parete di roccia viva, che scende dall’alto nella parte posteriore del vetro dell’acquario fino la parte bassa sul vetro davanti. Non solo questo layout è innaturale, ma impedisce anche la corretta circolazione in tutto il sistema, creando “zone morte” e rende molto difficile l’accesso alla parte posteriore della vasca per manutenzioni e pulizie. Se intendi tenere coralli, assicurati di lasciare spazio nel tuo layout per la loro eventuale crescita. Cerca di configurare il tuo layout a “nido d’ape” in modo tale da creare grotte e anfratti che saranno preziosissimi per i tuoi pesci.

Stabilizza le rocce

È molto importante rendere l’assemblaggio il più stabile possibile. In determinate circostanze, non è raro che, se non fissate bene, le rocce siano crollate creando non pochi  danni. Potresti urtare accidentalmente il tuo acquario facendo crollare le rocce, alcuni pesci “scavatori” potrebbero scavare troppo creando in breve tempo una caduta massi. Rocce che cadono possono causare problemi ben più gravi del semplice disagio di doverle riassemblare. Potrebbero uccidere esemplari di coralli o pesci o rompere il vetro dell’acquario creando una vera e propria carneficina nel tuo ecosistema.

Inizia con una base stabile. Se si prevede di avere un substrato profondo, è consigliabile posizionare il primo strato di rocce direttamente sul fondo, e quindi riempire con il resto con la sabbia o il substrato che avrai scelto.

Se preferisci evitare di seppellire parzialmente o completamente il tuo primo strato di roccia, una buona alternativa è collegare le rocce più basse a una base o un quadro costruito in PVC in modo che siano appoggiati sopra la sabbia ma ancora abbastanza stabili .

 


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *