Forcipiger flavissimus, il pesce farfalla preferito dagli acquariofili

Tra i pesci farfalla migliori uno dei miei preferiti è il pesce farfalla giallo (Forcipiger flavissimus) direttamente dall’Oceano Indo-Pacifico. Penso che sia una scelta piuttosto sicura per l’acquariofilo medio-esperto che ha una vasca di discreta importanza.


Forcipiger flavissimus - pesce farfalla

I pesci farfalla tendono ad essere un po’ permalosi quando si tratta di allevarli in acquario. Molti hanno diete altamente specializzate che sono difficili, se non impossibili, da soddisfare negli acquari. Molti sono corallivori nati, il che significa che non mangiano nient’altro che polipi corallini, rendendoli davvero dei cattivi inquilini in acquario. Altri sono veramente troppo difficili da alimentare ed altri ancora sono davvero troppo costosi. Tuttavia, ci sono alcune specie tra i pesci farfalla che si adattano abbastanza bene alle condizioni dell’acquario e all’alimentazione e, pertanto, tendono a prosperare in cattività, se gli viene fornito il giusto ambiente e cura. 

Tra i pesci farfalla migliori uno dei miei preferiti è il pesce farfalla giallo (Forcipiger flavissimus) direttamente dall’Oceano Indo-Pacifico. Anche se non descriverei il Forcipiger flavissimus come particolarmente adatto ai principianti, penso che sia una scelta piuttosto sicura per l’acquariofilo medio-esperto che ha una vasca di discreta importanza.

Morfologia del Forcipiger flavissimus

Il Forcipiger flavissimus è molto compresso lateralmente (appiattito da un lato all’altro) ed è giallo brillante in tutto il corpo esclusa la testa e le pinne pettorali e caudali che sono trasparenti. La metà superiore della testa è nera, si estende fino a poco più della metà dell’occhio, mentre la metà inferiore è bianca argentea. Ha un ocello nero sulla pinna anale appena sotto il peduncolo caudale (base della coda). Naturalmente, come suggerisce il nome comune, questo pesce ha un muso sottile e allungato. La sua dimensione massima è di 18/20 centimetri.

Forcipiger flavissimus frontale

Forcipiger flavissimus e il cugino Forcipiger longirostris

Vorrei sottolineare che il Forcipiger flavissimus ha un cugino quasi identico (anche se più raro e difficilmente disponibile in commercio) più lungo nel naso e più snello: il Forcipiger longirostris. Naturalmente, è abbastanza difficile confrontare le lunghezze del naso relative di queste due specie a meno che non si disponga di entrambi gli esemplari.

Un modo migliore per distinguerli è guardare l’area del petto. Vedrai un gruppo di piccoli punti neri se la specie in questione è il Forcipiger longirostris, se non li ha, è un Forcipiger flavissimus. Inoltre, sul lungo naso, la colorazione nera sulla testa tende a coprire l’intero occhio, mentre la parte inferiore dell’occhio è d’argento sul Forcipiger flavissimus .

Forcipiger flavissimus vs Forcipiger longirostris

A sinistra il Forcipiger flavissimus e a destra il Forcipiger longirostris

Configurazione dell’acquario

Un sistema ben consolidato che contiene una grande quantità di roccia viva (che offre molte opportunità di alimentazione naturale) è altamente raccomandata per questa specie, e direi che un acquario di circa 300 litri è la capacità minima della vasca raccomandabile per questo pesce.

Alimentazione

Secondo FishBase, le prede naturali di questa specie sono generalmente uova di pesce, piccoli crostacei, echinodermi, ricci di mare e i tentacoli di policheti. Ma non temere, non devi preoccuparti di procurarti questi tipi di cibo per il tuo esemplare. Questa specie accetterà una grande varietà di piccoli cibi carnosi, come mysis, vongole tritate, gamberetti tritati, ecc.

Una nota importante sull’alimentazione: assicurati che ogni esemplare che hai visto in negozio, stia mangiando regolarmente, magari chiedi al negoziante di alimentarlo davanti ai tuoi occhi. Il Forcipiger flavissimus, di solito impara ad accettare la sua razione di cibo con poca difficoltà, ma è sempre meglio non rischiare. Questa specie, come la maggior parte dei pesci farfalla, non ha molte riserve nutrizionali e potrebbe non essere in grado di guarire se sta troppo tempo senza mangiare.

Temperamento e compagni di vasca

Il Forcipiger flavissimus non è particolarmente aggressivo, anche se litigherà con pesci conspecifici e specie dall’aspetto simile. In ogni caso, dovrebbe coesistere perfettamente con altre specie pacifiche che hanno un’apparenza sufficientemente dissimile. Sebbene alcune fonti elenchino questa specie come adatta alla barriera corallina, non rischierei di mantenerla con invertebrati sessili. La mia paura sarebbe che la tentazione di rosicchiare e stroncare i polipi corallini con il suo becco si rivelasse irresistibile.


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *