Epalzeorhynchos bicolor: Labeo o squaletto dalla coda rossa


labeo
labeo

L’Epalzeorhynchos bicolor o più semplicemente Labeo, era un pesce frequente di tutte le acque dolci della Thailandia, ma dopo decenni, a causa soprattutto della mano umana, è stato dichiarato estinto in natura nel 1996. Una piccola popolazione residua è stata recentemente riscoperta e il labeo è ora elencato come specie protetta. Nonostante ciò, è ampiamente disponibile in commercio acquariofilo e viene venduto in grande quantità.  

Epalzeorhynchos bicolor: descrizione

Per chiunque abbia mai posseduto un Epalzeorhynchos bicolor, è ovvio il perché questo pesce sia rimasto così popolare negli anni. Con la sua brillante coda rossa e il corpo nero, e la vaga somiglianza ad uno squaletto, un labeo rende l’acquario un ambiente fanatastico in cui perdersi ore e ore. Di solito è un pesce molto attivo ed è costantemente in pattuglia nel suo acquario. Altre volte cerca comicamente di nascondersi in piccoli spazi, ignari del fatto che la coda rosso brillante spicchi tantissimo. La maggior parte dei labeo in cattività cresce fino a circa 15 cm di lunghezza, ma non è inusuale che un labeo raggiunga anche 18/20 cm di lunghezza. Mentre la maggior parte degli Epalzeorhynchos bicolor possono vivere solo 5-6 anni nell’acquario domestico, alcuni eccezionalmente ben curati, possono vivere talvolta fino a 10 anni, con rapporti di vita ancora più lunghi.

Epalzeorhynchos bicolor in acquario

Di regola, i labeo bilocolor, richiedono acquari più grandi e dovrebbero essere alloggiati in acquari di almeno 220 litri, con altri tipi di pesci semi-aggressivi. Poiché è un saltatore noto, ogni acquario che lo ospita deve essere ben coperto. Questo pesce può anche essere estremamente aggressivo e non deve mai essere alloggiato con un altro labeo. Anche i compagni di vasca docili dovrebbero essere evitati (come molly e platy).

Detto questo, è occasionalmente possibile ospitare un gruppo di labeo bicolor, ma di solito è necessario un grande acquario e sono necessari almeno cinque labeo. Quando sono in molti, di solito emerge una gerarchia, e nessuno Epalzeorhynchos sarà individuato e massacrato a morte. Mentre i labeo bicolor possono essere molto aggressivi con i conspecifici, raramente mordono  altri pesci. Potrebbe comunque capitare che inseguirà alcuni pesci e impedirà loro di nutrirsi. Se non farai niente, li inseguirà finché non moriranno di stress. Non è un pesce che ha particolari esigenze un fatto di litraggio o filtraggio, un buon filtro sarà normalmente più che adeguato.

Alimentazione

In natura, il labeo si nutre prevalentemente di cibo vegetale, ma mangiano anche vermi, crostacei e piccoli insetti. Nell’acquario domestico, dovrebbe essergli offerto un alimento vegetale di alta qualità a base di fiocchi o microgranuli.  Oltre al pascolo sulle alghe, dovrebbero essere alimentati con fette di zucchine, cetrioli e piselli sgusciati. Assicurati che le verdure siano lavate prima di essere collocate nell’acquario, e tutte le verdure non mangiate devono essere rimosse dopo 24 ore, per evitare che l’acqua diventi sporca. Puoi usare anche alimenti congelati. Quelli che più gradisce includono gamberi congelati, vermi e daphnia congelata.

Riproduzione

È estremamente raro farli riprodurre in un acquario domestico. I grandi allevatori li fanno riprodurre introducendo ormoni nei loro acquari, cosa che non può essere facilmente replicata in un acquario domestico.

Conclusione

Sono pesci molto territoriali, solitari, non amano la presenza né di propri simili né di altri pesci specialmente con code lunghe e vistose nel territorio che si ritaglierà in vasca. Il suo acquario deve essere molto piantumato, con rocce e radici a fare da contorno nell’arredo, è un pesce che ama molto nascondersi. È un pesce che in acquario vive in temperature comprese tra i 24 ed i 27 gradi, con ph compreso tra i 6,5 ed i 7,5, e una durezza compresa tra 5 e 30 dGH.


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *