Centropyge bispinosa, un pesce angelo nano che darà molte soddisfazioni

Alcuni pesci angelo esistono in dimensioni ridotte. Ovviamente mi riferisco ai pesci angelo nani del genere Centropyge. Uno di questi fantastici pesci angelo nani che voglio consigliarti è il Centropyge bispinosa (Holacanthus bispinosus o anche “pesce angelo bellezza dei coralli”). 


Holacanthus bispinosus

Se vuoi tenere i pesci più belli nel tuo acquario marino, ma ti manca lo spazio adatto per accogliere una delle specie più iconiche dell’acquariofilia marina, come il pesce angelo canarino (Holacanthus ciliaris) o il pesce angelo francese (Pomacanthus paru), sarai felice di sapere che alcuni pesci angelo esistono in dimensioni ridotte. Ovviamente mi riferisco ai pesci angelo nani del genere Centropyge. Uno di questi fantastici pesci angelo nani che voglio consigliarti per la sua grande robustezza, bellezza, e per la compatibilità con la barriera corallina è il Centropyge bispinosa (Holacanthus bispinosus o anche “pesce angelo bellezza dei coralli”). 

Morfologia del Centropyge bispinosa

Dalla forma ovale e dalla grandezza massima di circa 10 centimetri, il Centropyge bispinosa è ha un corpo appiattito, colorato nella parte centrale di un giallastro o rosso-arancio che è attraversata da numerose righe o striature di colore blu acceso. La fronte, la pinna dorsale, la caudale e l’anale sono dello stesso blu acceso delle striature. Le pinne pettorali sono riprendono lo stesso colore giallastro/oro della parte centrale. Tuttavia, vi è una considerevole variazione nella colorazione e negli schemi tra individuo e individuo. Alcuni sono prevalentemente blu con un pizzico di arancione. Altri mostrano un grado molto maggiore di arancione, con il blu relegato principalmente alla testa e alle pinne.

Centropyge bispinosa morfologia

Alimentazione

Il Centropyge bispinosa si nutre principalmente di alghe e piccoli invertebrati. Il suo menù in acquario dovrebbe consistere di alimenti marini a base di alghe integrate con piccoli cibi carnosi. Diverse razioni frazionate durante il giorno sono preferibili a un’alimentazione unica e più pesante.

Non è assolutamente un pesce difficile da alimentare, anzi, si adatterà quasi subito al nuovo acquario accettando i cibi più standard, come cibi erbivori congelati, pellet a base di alghe e fiocchi, mysis, frutti di mare tritati finemente. Alcuni, tuttavia, possono richiedere un po’ più di attenzione nelle prime alimentazione prima di ottenere una risposta nutrizionale adeguata. Assicurati di chiedere al tuo rivenditore di nutrire l’esemplare davanti a te prima di acquistarlo.

Centropyge bispinosa

Inoltre, in comune con molte altre specie di Centropyge, il bispinosa ha la tendenza a raccogliere, sgranocchiare e pascolare per tutto il giorno. Pertanto, un acquario ben maturo e consolidato con abbondanza di roccia viva di alta qualità e una crescita sufficiente di alghe è essenziale per il suo mantenimento a lungo termine. Un acquario “sterile”, come ad esempio un acquario appena avviato non è la soluzione ideale per l’Holacanthus bispinosus.

Acquario ideale

Il pesce angelo bellezza dei coralli non richiede molto spazio per nuotare, e certamente non ha bisogno delle centinaia di litri che devono essere dedicati ai pesci angelo più grandi. Data la sua richiesta di abbondante roccia viva per pascolare e nascondersi quando si sente minacciato, una vasca di medie dimensioni è la migliore soluzione. Non consiglierei un acquario inferiore a 180 litri.

Compatibilità con altri pesci

Il Centropyge bispinosa può essere giudicato come una specie moderatamente aggressiva. Coesisterà pacificamente con le specie diverse, ma potrebbe non andare d’accordo con coinquilini che sono troppo simili per dimensioni, colore o forma del corpo. La convivenza del Centropyge bispinosa con altri esemplari della propria specie o genere potrebbe portare a seri problemi, specialmente negli acquari più piccoli. Generalmente è meglio tenerne solo uno in vasca. Naturalmente, il bispinosa non deve assolutamente stare in vasca con pesci carnivori soprattutto se più grandi di lui per non rischiare di essere mangiato.

Per quanto riguarda l’inserimento di un Centropyge bispinosa in un piccolo acquario di barriera, ci penserei due volte. Il comportamento costante di pascolo e raccolta di questa specie può estendersi ai polipi corallini e ad altri invertebrati sessili, che possono causare danni o, per lo meno, scoraggiare gli invertebrati ad espandersi completamente. L’impatto di questo comportamento tende ad essere più problematico negli acquari più piccoli, negli acquari di medie dimensioni questo problema è molto più raro.


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: