Acanthurus japonicus: un pesce chirurgo molto delicato

Un pesce splendido che richiede un'attenta manutenzione, è il pesce chirurgo marrone o Acanthurus japonicus. Scopri come mantenere questo pesce chirurgo.


Acanthurus japonicus - pesce chirurgo

Un pesce popolare, ma che richiede un’attenta manutenzione, è il pesce chirurgo marrone o Acanthurus japonicus. Acanthurus japonicus richiede un grande acquario con molte potenziali “tane” o luoghi in cui immergersi quando si sente minacciato. Molto simile a Acanthurus nigricans, anch’esso delicato, ma più resistente. Acanthurus japonicus è un pesce chirurgo bello con marcature molto forti e distintive. Appartenente alla famiglia degli Acanthuridae, le sue pinne dorsali e anali nere hanno una bella bordatura blu. Una fascia rossa segna la parte posteriore della pinna dorsale e strisce gialle corrono lungo il corpo appena sopra e sotto queste pinne.

Descrizione

Il pesce chirurgo marrone ha una pinna dorsale nera, le pinne anali sono bordate di blu; la pinna dorsale è bordata di rosso e ha strisce gialle lungo il suo corpo. La faccia è per lo più bianca. Tra tutti questi colori, tuttavia, il colore principale del corpo è il marrone scuro dal quale, appunto, prende il nome. Se il tuo Japonicus ha improvvisamente una colorazione gialla sulla parte posteriore del corpo, ci sono buone probabilità che sia spaventato o stressato.

Acanthurus japonicus è simile in apparenza all’Acanthurus nigricans, e può succedere a volte di acquistare il pesce sbagliato. Una differenza tra i due è la quantità di bianco sulle loro facce (il nigricans, ha meno bianco sul volto rispetto al japonicus).

Acanthurus nigricans

Acanthurus nigricans

 

Le femmine possono raggiungere i 21 cm di lunghezza, i maschi sono leggermente più piccoli. Come altri chirurghi, hanno un’aspettativa di vita di 30-45 anni, anche se in cattività vivono molto meno. Saranno necessari appropriati compagni di vasca e diverse razioni di cibo al giorno per mantenere questa specie felice e in salute.

Habitat

Acanthurus japonicus è ampiamente distribuito in tutto il Pacifico indo-occidentale; può essere trovato nelle acque del Giappone meridionale, Taiwan; Indonesia, Filippine, isole hawaiane e Nuova Caledonia. Il suo nome, japonicus, si riferisce al fatto che spesso si trova al largo delle coste del Giappone. Nel loro habitat naturale gli A. japonicus si trovano a profondità comprese tra 5-20 metri lungo le barriere esterne, nelle zone costiere e nelle lagune.

Acanthurus japonicus

Gli Acanthurus japonicus vengono catturati in natura e di conseguenza possono soffrire di una vasta gamma di problemi. Lo stress, i parassiti e le malattie sono tra le problematiche maggiormente riscontrate dagli acquariofili marini che hanno in vasca questo fantastico pesce. È quindi meglio selezionare un pesce che è stato tenuto in cattività per alcuni mesi, che sia visibilmente a suo agio e che mangi regolarmente in acquario.

Una volta appurate queste cose, dovrai preparare il suo ambiente con cura poiché è un pesce fragile che può essere facilmente stressato.

Compatibilità

Il Japonicus è un pesce chirurgo relativamente tranquillo e può essere tenuto in una barriera corallina o in un acquario di comunità a condizione che la vasca sia abbastanza grande (hanno bisogno di molto spazio per muoversi e possono essere molto caotici nel reperire il cibo).

Questa specie può essere un buon compagno di vasca per un’ampia gamma di pesci di varie dimensioni, anche con pesci semi-aggressivi più piccoli. Alcuni potenziali compagni di vasca includono i pesci pagliaccio, i Gobidi, i Blennidi e gli Anthias.

Pseudanthias Pulcherrimus
Pseudanthias Pulcherrimus

Ci sono alcune eccezioni a questa regola: come la maggior parte dei pesci chirurgo, gli Acanthurus japonicus possono essere aggressivi pesci dello stesso genere e possono essere facilmente stressati dai pesci troppo aggressivi. Quindi, mentre è consigliato mantenere questo pesce in una vasca di comunità con molti altri pesci marini, è bene tenere un solo pesce chirurgo in vasca. Assicurati inoltre, di evitare pesci troppo aggressivi come Lionfish e pesci palla.

I japonicus sono ottimi pesci di barriera, pascolano tra le alghe, ma raramente danneggiano i coralli o attaccano gli invertebrati. Possono tuttavia causare un certo stress agli invertebrati, poiché il loro “brucare” le alghe può causare piccoli fastidi a coralli e tridacne. Questi problemi possono essere ovviati garantendo che al tuo chirurgo venga offerta una abbondante e nutriente dieta a base di alghe.

Impostazione acquario

L’acquario ideale per il tuo nuovo japonicus dovrebbe essere il più grande possibile (da 400 litri in su) e dovrebbe essere una vasca stabile e ben matura. Un acquario appena avviato non andrà bene per questo chirurgo perché non avrà il giusto apporto algale. Fornisci un substrato sabbioso, in modo che possa divertirsi a soffiare la sabbia con la bocca durante la ricerca di cibo. Fornisci molte grotte, anfratti e fessure per permettergli di rifugiarsi quando si sente minacciato. Al tempo stesso lascia molto spazio libero verso la parte centrale e superiore della vasca per permettergli le ampie nuotate che ama fare quando è a suo agio. Scegli un sistema di filtraggio ad alte prestazioni e assicurati che vi sia un forte movimento dell’acqua per fornire una eccellente ossigenazione.

È una buona idea mantenere l’acquario a una temperatura costante di 25°C per diversi motivi. Innanzitutto, temperature più basse significano più ossigeno per il tuo chirurgo. In secondo luogo, questi pesci chirurgo tendono ad ammalarsi a temperature più alte comprese tra 26 e 28°C. Il bisturi alla base della coda del pesce chirurgo marrone non è grande o pericoloso come quello di altri chirurghi, come i Naso lituratus o degli Acanthurus achilles, tuttavia sono ancora abbastanza grandi e abbastanza affilati da infliggere una ferita seria, quindi sii ugualmente prudente quando maneggi questo pesce. Gli Acanthurus japonicus hanno bisogno di molto cibo, ciò comporta un grande carico biologico sull’acquario. Un grande acquario è importante per questo chirurgo con condizioni di acqua vicine alla perfezione. Effettuare regolari cambi d’acqua ogni due settimane o mensilmente contribuirà a sostituire gli oligoelementi consumati dai pesci e dai coralli.

Acanthurus japonicus: Alimentazione

Anche se sono onnivori, la dieta degli Acanthurus japonicus è principalmente quella di un pesce erbivoro. In natura pascolano sui prati di alghe, ma ingeriscono anche alcuni piccoli crostacei mentre si nutrono. Sono pascolatori e devono essere alimentati con una dieta adeguata. Nell’acquario la maggior parte del loro apporto sarà di origine vegetale, ma hanno anche bisogno di alcuni alimenti carnosi. Offri molte alghe marine, preparati congelati contenenti alghe o spirulina, gamberi mysis e alimenti in scaglie. Zucchine, broccoli, piselli e alghe nori (alghe essiccate) possono essere dati per integrare la sua dieta.

Acanthurus japonicus alimentazione

È consigliato fornire anche un integratore vitaminico (compresa la vitamina C) per aiutare a soddisfare le loro esigenze nutrizionali e aiutare a respingere le malattie.

Avere un acquario con una buona crescita di alghe o offrire alghe Nori o altre alghe giapponesi è essenziale per soddisfare le loro esigenze. I fogli di alghe possono essere apposti a una roccia con un elastico o, in alternativa, possono essere attaccati al vetro dell’acquario con una clip.

Attenzione al trasporto

A differenza di alcuni dei pesci chirurgo più resistenti come il Naso, lo japonicus è molto delicato soprattutto nelle branchie ed è molto suscettibile alle scorie di ammoniaca. Solitamente l’accumulo di ammoniaca avviene durante la sua cattura o durante la spedizione. Le “bruciature da ammoniaca” alle branchie possono essere piuttosto gravi e alla fine fatali nei casi più gravi. Al momento dell’acquisto di un chirurgo marrone, chiedi al venditore di mostrarti che il pesce stia effettivamente mangiando (il primo segno di problemi con un pesce è la mancanza di appetito) e cosa sta mangiando.


Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *